Visibilità e civic agency attraverso e nei media digitali

Visibillidad y civic agency en los medios digitales y a través de ellos

La visibilità ha assunto un ruolo sempre più preponderante nella sfera pubblica odierna. Da un lato la cittadinanza, nell’ esprimere le proprie opinioni e partecipare alle attività pubbliche, mira a far sentire sempre più la propria voce; dall’altro lato, i pubblici poteri cercano di mostrare il proprio operato, presente e futuro. Con i media digitali si sono aperti nuovi spazi per tali processi di visibilità, in cui potere e pubblici possono informare, essere informati, ma anche valorizzare o screditare attraverso nuovi canali e strategie. La visibilità di chi comunica attraverso tali media, se da un lato può mostrare con maggiore trasparenza l’immagine istituzionale, dall’altra parte può promuoverne una immagine falsata. La sfera pubblica sembra un palcoscenico in cui privato e pubblico si intrecciano fino a perdere i loro confini. I media digitali portano tale palcoscenico in spazi altri rispetto ai media mainstream, spazi che partono dal quotidiano in cui i pubblici possono partecipare più facilmente. La civic agency poi, tramite la rete, se assume una certa visibilità, può rientrare nel circuito dei media mainstream. Si tratta però di una agency e di una visibilità mutevoli, fluidi e frammentati che possono produrre immagini alterate delle istituzioni e della cittadinanza. Il simposio mira dunque a sviluppare una riflessione etica per la creazione di una relazione virtuosa tra visibilità percepita e rappresentata, civic agency e comunicazione mediale.

COORDINACIÓN

Veronica Neri

Veronica.neri@unipi.it

Veronica Neri è ricercatrice di Filosofia Morale presso l’Università di Pisa.
Dall’a.a. 2004/2005 collabora alle attività dei Master in Comunicazione pubblica e politica, del Centro interdisciplinare di ricerche sulla comunicazione (CICO)e ai corsi di Comunicazione pubblica e di Etica della comunicazione dell’ateneo pisano. Tra le sue pubblicazioni, contributi sull’etica della comunicazione pubblica (in Dizionario della comunicazione a cura di D.E. Viganò, Carocci, Roma 2009), pubblicitaria (in Etica della comunicazione pubblicitaria, La Scuola, Brescia 2014; in Guida alle etiche della comunicazione, a cura di A. Fabris, Edizioni ETS, Pisa 2011), visiva e delle nuove tecnologie (in L’immagine nel web. Etica e ontologia, Carocci, Roma 2013; in Etica dell’immaginario sociale. Paradigmi a confronto, Edizioni ETS, Pisa 2016), per riviste nazionali e internazionali. Fa parte del comitato di redazione della rivista “Teoria”.

Ponencias Admitidas

Actualizado a 15/11/2019